Ceriale: inaugurata in pineta la “Statua dei nonni”, ma non sono mancate le contestazioni

Si oppone il capogruppo della Lista Civica “Voi”: “Inaugurare una statua al nonno proprio il 1° maggio è un insulto ai lavoratori. E poi Ceriale secondo l’amministrazione non doveva essere la Città dei Ragazzi?”.

Oggi Primo Maggio, il Comune di Ceriale ha inauguato una nuova statua in pineta, dedicata alla figura dei nonni. Presenti alle celebrazioni l'assessore al turismo di Ceriale Marinella Fasano e altre autorità, lo scultore Nebiolo Mario di Savona realizzatore della statua, ed i molti partecipanti all'evento. Oltre alla statua è stata presentata una targa con dedica di Papa Francesco: "I giovani sono importanti perché costruiscono la storia, ma i nonni sono importanti nella vita della famiglia per comunicare quel patrimonio di umanità e di fede che è essenziale per ogni società".

Ma non sono mancate le contestazioni all’evento. Secco è stato il commento di Luigi Giordano, capogruppo della Lista Civica “Voi”: “Non ci andrò. Mi rifiuto di presenziare e respingo l’invito al mittente. Ci sono troppi aspetti che non mi tornano.
Prima di tutto, perché dedicare una statua ai nonni proprio il 1° maggio, festa dei lavoratori? Avrei potuto capire benissimo un monumento ai Caduti sul Lavoro, in un periodo come questo, nel quale è particolarmente importante sensibilizzare la gente sul problema della sicurezza negli ambienti lavorativi.
Anche i nonni sono un perno importante della famiglia e meritano rispetto, ma perché dedicare una statua a loro proprio il 1° maggio? In un’era di esodati come quella che stiamo vivendo, sembra quasi un oltraggio a tutti quei lavoratori che una pensione non la vedranno mai
”. E incalza: “Questa stessa amministrazione aveva inaugurato non molto tempo fa il monumento ai ragazzi, che oggi si trova al centro di una rotonda, e ricordo benissimo che in quella circostanza il sindaco aveva detto che Ceriale sarebbe diventata la Città dei Giovani e che proprio tanti simboli dedicati ai giovani sarebbero stati collocati sul territorio cittadino. E adesso che cosa sta succedendo? Perché questa controtendenza? Vorrà forse dire che la Città dei Giovani è precocemente invecchiata?”.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.