Autovelox SP6 ad Albenga: sindaci contro il gesto deplorevole delle minacce alla Provincia

Cangiano: "distanze totali da qualsiasi forma di reazione non pacifica e civile".

Domenica 13 novembre, il territorio si è mobilitato contro gli autovelox sulla SP6 San Fedele-Lusignano, ma in maniera pacifica.

La manifestazione è stata l'occasione per i sindaci Giorgio Cangiano di Albenga, Michele Volpati di Casanova Lerrone, Pietro Balestra di Villanova d'Albenga e Silvia Pittoli di Garlenda per prendere le distanze dalle minacce pervenute alla Provincia.

Una busta con 4 proiettili e carica di insulti, un gesto ingiustificabile e lontano dagli intenti di tutti coloro che fino ad oggi hanno manifestato i loro pensieri in maniera anche decisa, ma mai violenta.

"Vogliamo condannare le minacce arrivate in provincia - affermano all'unisono i sindaci - Le battaglie vanno fatte nelle sedi opportune e in maniera legale non attraverso gesti come questo che sono gravissimi e del tutto deprolevoli".

Autovelox SP6 ad Albenga: sindaci contro il gesto deplorevole delle minacce alla Provincia: video #1 To see this video you need Javascript to be enabled. Click the image to open the video's page.

Al coro dei sindaci si aggiunge in un nota Eraldo Ciangherotti in qualità di consigliere della provinci di Savona: "Nessun gesto violento può essere giustificato né giustificabile e mi auguro che le Forze dell'Ordine possano quanto prima individuare i responsabili dell'accaduto. Piena solidarietà al presidente della Provincia Monica Giuliano e ai funzionari dell'Ufficio viabilità di Palazzo Nervi. Nessuno più di me può comprendere il disagio di una lettera contenente pallottole, perché io ne ho purtroppo già collezionato due nella mia passata attività di assessore ai servizi sociali del Comune di Albenga".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.