Arresti domiciliari al viceprefetto Andrea Santonastaso

Inchiesta sulla corruzione: obbligo di dimora ad Albisola, il vice prefetto Santonastaso torna libero Decisione del giudice Fiorenza Giorgi.

Il giudice Fiorenza Giorgi ha revocato gli arresti domiciliari al viceprefetto Andrea Santonastaso che, adesso, dovrà rispettare un obbligo di dimora ad Albisola Superiore. A chiedere l’attenuazione della misura cautelare per Santonastaso erano stati i suoi difensori, gli avvocati Fausto Mazzitelli e Luigi Levati, dopo l’interrogatorio del loro assistito davanti al pm Chiara Venturi (che ha dato parere favorevole alla revoca dei domiciliari).

Santonastaso era finito in manette nel febbraio nell’ambito dell’inchiesta della squadra mobile di Savona sul presunto sistema di «favori» in cambio di vantaggi economici. Il viceprefetto deve rispondere delle accuse di corruzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Contestazioni che ha sempre respinto spiegando di non aver mai intascato soldi, ma di essersi limitato a fare dei favori ad alcuni conoscenti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.