Arnasco: le testimonianza del panettiere e parenti di una vittima

definite le date dei funerali per le vittime di Arnasco

Un forte boato percepito a chilometri di distanza, come una bomba e proprio questo l’effetto dell’esplosione determinata da una fuga di gas avvenuta alle 3,30 circa di notte di sabato 16 gennaio come racconta il panettiere di Arnasco Michele Giacomo

Arnasco: le testimonianza del panettiere e parenti di una vittima: video #1 To see this video you need Javascript to be enabled. Click the image to open the video's page.

In un istante, probabilmente dopo il click dell’interruttore della luce, cinque persone hanno perso la vita.

L’autopsia effettuata dal dottor Canepa ha evidenziato come le vittime siano morte a seguito del crollo della palazzina e come le ustioni sul viso e sulla mano di Marco Vegezzi confermino l’ipotesi che dia stato proprio lui a dare il via, involontariamente, all’esplosione.

Nessuno poteva anche solo immaginare quello che sarebbe successo quella notte e noi immaginiamo una coppia, marito e moglie, andare come ogni sera a dormire nel proprio letto, senza sapere che proprio quella notte sarebbero stati uniti anche nella morte.

La notizia da subito protagonista di tutti i giornali e telegiornali locali e nazionali ed è stato proprio guardando le immagini al telegiornale che il fratello di Aicha Bellamoudden ha avuto il primo sentore che qualcosa non andava.

Racconta El Mostafa Bellamoudden “Ho visto il telegiornale e ho notato che il nome del paese citato era quello nel quale da soli 7 mesi mia sorella si era trasferita. Poi la chiamata dei carabinieri. Pensavo fosse uno scherzo, poi ho capito. Ho informato sorelle e fratelli, siamo 11 in famiglia – si corregge subito però – no ora siamo 10 , e poi siamo partiti per venire qui”.

“Mia sorella avrebbe voluto un funerale e una sepoltura con suo marito, così ho parlato con il Vescovo Borghetti che ha concesso la possibilità di celebrare il funerale in chiesa, del resto Dio è uno solo, a prescindere da come lo si vuole chiamare” conclude.

Un amore lungo 35 anni il loro finito istantaneamente in quella drammatica notte, con loro altre tre persone hanno perso la vita.

A curare i funerali le Pompe Funebri Liguri di Nato:

I funerali di Dino Andrei, di 76 anni e della moglie Aicha Bellamoudden, di 56 anni marocchina verranno celebrati venerdì pomeriggio alle ore 15,00 ad Arnasco presso la chiesa di N.S. Assunta.

I funerali di Marco Vegezzi, di 49 anni di Albenga verrà celebrato venerdì mattina alle ore 10 presso la parrocchia di San Bernardino a Vadino d’Albenga, insieme al funerale di Edoardo Niemen di 71 anni.

Per quanto riguarda Giovanni Ciliberti, di 55 anni originario di Novi Ligure, il suo funerale verrà celebrato a Novi Ligure nella chiesa Parrocchiale della Pieve.

M.M.C

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.