Arnasco continuano i soccorsi dopo esplosione palazzina

Il sindaco do Arnasco Alfredino Gallizia traccia il bilancio

Arnasco continua i soccorsi dopo esplosione palazzina: video #1 To see this video you need Javascript to be enabled. Click the image to open the video's page.

Proseguono ad oltranza le ricerche, per scongiurare la presenza di altre persone nell'edificio, andato completamente distrutto unitamente alle operazione di bonifica dell'area, posta sotto sequestro per le indagini, con la rimozione delle macerie, che hanno isolato le abitazioni vicine.

Giovanni Ciliberti, 55 anni, nato a Novi Ligure (Alessandria), Marco Vegezzi, 49 anni, nato ad Albenga (Savona), Dino Andrei, 76 anni, nato a Prato, Edoardo Niemen, 71 anni, di Vigone (Torino) e Aicha Bellamoudden, marocchina di 56 anni, sono le cinque vittime rinvenute fra i detriti della loro casa di Arnasco nell'entroterra del ponente ligure, mentre restano disperate le condizioni della cinquantenne, di origine sudamericana, con ustioni di terzo grado sull'80% del corpo, in lotta fra la vita e la morte presso il centro grandi ustionati di Villa Scassi, in Genova.

Lo scoppio avvenuto intorno alle tre della notte, ha riecheggiato con un boato fino a 10 km di distanza, danneggiando finestre e vetrate di molti edifici limitrofi.

Una tragedia che ha sconvolto la comunità, ora sotto choc.

“Mai visto una cosa simile, se non in un film” - ha commentato il sindaco Gallizia, subito accorso sul luogo, assieme ai vigili del fuoco, ai militi di pronto intervento, con carabinieri e forze dell'ordine, raggiunti dal governatore della regione Liguria, Giovanni Toti, per il coordinamento e il cordoglio generale.

Grazia Noseda

.