Andora: grave incidente stradale. Centauro in condizioni critiche.

Harleysta di Ceriale ricoverato in ospedale in gravi condizioni. Si teme per la sua vita.

È accaduto nella notte tra venerdì e sabato, intorno alle ore 2:00 quando, un grave incidente stradale nel tratto che collega Andora e Laigueglia, ha vista coinvolto un harleysta cerialese ora ricoverato in ospedale, le cui condizioni sono gravi e si teme per la sua vita.

Secondo una prima ricostruzione fornita dagli inquirenti, il centauro Giuseppe D., cinquantaquattrenne di Ceriale, stava procedendo in direzione Alassio sul tratto stradale dell'Aurelia, all’altezza del faro di Capo Mele, alla guida della sua Harley Davidson, quando all’improvviso qualcosa è andato storto.

Solo le indagini condotte dalle forze dell’ordine potranno ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente, che potrebbe essere stato causato da un’avaria meccanica, da una disattenzione oppure ancora da una macchia d’olio o da una pozzanghera presente sull’asfalto.

Al momento del sinistro pare che nessun altro veicolo fosse presente sulla carreggiata e l’uomo avrebbe perso in modo autonomo il controllo del mezzo, venendo sbalzato dalla sella e ruzzolando malamente sull’asfalto sarebbe andato a sbattere violentemente contro il guardrail.

L'avviso ai soccorsi è arrivato pochi minuti dopo il fatto, grazie ad alcuni automobilisti sopraggiunti sul posto ed accortisi subito della gravità dell’accaduto, permettendo all'ambulanza della Corce Bianca di Andora e ad una pattuglia di Carabinieri di arrivare tempestivamente sul luogo dell'incidente.

I militi, dopo aver prestato le prime cure preliminari, hanno optato per il trasporto del ferito in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dove è tutt'ora ricoverato. L'uomo ha riportato diverse ferite e fratture su tutto il corpo e a preoccupare i medici, in modo particolare, sono un trauma cranico e un esteso trauma toracico.

Al momento, l’equipe medica del nosocomio pietrese ha deciso di mantenere il massimo riserbo sulle condizioni di Giuseppe D., attualmente ricoverato nel reparto di rianimazione. La prognosi, dunque, resta riservata. Le sue condizioni continuano ad apparire critiche, ma stazionarie.

Proseguono intanto le indagini degli uomini dell’Arma che, come da prassi, hanno sequestrato la moto del centauro, sulla quale verrà eseguita una perizia, anche per verificare l’ipotesi (seppur remota) che sulla carena possa essere presente la vernice di altri mezzi.