Andora, arrestato un uomo. Per strada un'inaudita violenza a danno della moglie.

La donna ha riferito che da diversi mesi il marito la picchiava.

Andora. Ha aspettato la moglie alla fermata dell’autobus, l'ha scaraventata a terra e colpita con calci e pugni.

Questa la dinamica accertata da un equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Alassio che, a seguito della chiamata al 112 effettuata dal conducente del pulman, è intervenuta ieri sera ad Andora, verso la mezzanotte, nei pressi del complesso denominato Ariston.

I militari dopo aver soccorso la donna e raccolto le testimonianze dei presenti, hanno rintracciato l’uomo che nel frattempo si era allontanato, e lo hanno portato negli Uffici della Compagnia. Completati gli accertamenti di rito, in accordo con la Procura di Savona lo hanno arrestato per maltrattamenti, lesioni ed atti persecutori.

La donna ha riferito, inoltre, che da diversi mesi il marito la picchiava, la ingiuriava e maltrattava. L’uomo S.D. 60enne nato in Romania e residente ad Andora, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando dei Carabinieri e questa mattina tradotto direttamente in carcere a Genova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La donna dopo le cure al pronto soccorso è stata riaccompagnata a casa.

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.