Albenga: sorpreso dai Carabinieri mentre scassinava, arrestato

In manette l'albenganese Fornarino Alessandro.

Nel corso della notte i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Albenga, impegnata nel pattugliamento per le vie di Albenga, sono intervenuti in viale Pontelungo presso il distributore di carburante “ENI” all’incrocio tra viale Pontelungo e via Dalmazia sorprendendo due uomini, già noti alla forze dell’ordine per numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, FORNARINO Alessandro, trentacinquenne di Albenga e CUYPER Jean Luc Marie, belga di 38 anni, senza fissa dimora, mentre armeggiavano davanti al distributore di bevande ed alimenti collocato nella stazione di rifornimento. I due erano intenti con un cacciavite, poi sequestrato dai militari, ad asportare le monete contenute nella macchina distributrice. I militari, sono riusciti a bloccare il FORNARINO ammanettandolo e caricandolo sull’autoradio. Il belga CUYPER, invece, è riuscito a dileguarsi facendo perdere le proprie tracce. Tuttavia i Carabinieri della Radiomobile lo hanno riconosciuto e denunciato per furto aggravato in concorso.

La refurtiva, costituita dalle monete contenute nella cassa del distributore, è stata restituita al titolare della stazione di rifornimento. L’arrestato è stato condotto in caserma e rinchiuso in camera di sicurezza in attesa dell’udienza per rito direttissimo prevista per oggi a Savona.

Continua pertanto il contrasto dei militari dell’Arma a seguito della recrudescenza dei furti ai danni di attività commerciali nella zona, tutti aventi lo stesso modus operandi. Al vaglio dei Carabinieri la posizione del FORNARINO e del CUYPER anche per la responsabilità circa fatti analoghi accaduti recentemente ad Albenga. L’albenganese risponderà alle accuse di furto con scasso e porto ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Nel frattempo prosegue l’attività di restituzione della refurtiva già sequestrata dai Carabinieri durante la perquisizione del ricettatore EL SALMI Hamid, il 26 aprile scorso. I Carabinieri della Compagnia ingauna invitano la cittadinanza che avesse subito furti di apparecchiature elettroniche a presentarsi in caserma per il riconoscimento degli oggetti.

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.