Albenga. Presso la sede della Polizia Stradale è stata allestita la camera ardente per Diego Turra

Fissato per domani alle ore 16.00 il funerale, presso la Cattedrale di San Michele Arcangelo.

È la sede della Polizia Stradale di Albenga ad ospitare la camera ardente allestita per Diego Turra, l'assistente capo della Polizia in forza al sesto Reparto Mobile di Genova, 53enne originario di Albenga, deceduto in servizio a causa di un infarto - accertato dall'autopsia eseguita stamane al nosocomio Borea di Sanremo - mentre era di servizio a Ventimiglia durante l'emergenza migranti al confine di stato.

Il funerale è stato fissato per domani alle ore 16.00 presso la Cattedrale di San Michele Arcangelo in Albenga, dove è prevista la presenza del capo della Polizia, Franco Gabrielli, e di tutte le autorità civili e militari della provincia di Imperia e Savona.

Tante le manifestazioni di cordoglio dalle autorità civili:

"A nome della Città di Savona, esprimo cordoglio per la scomparsa dell'agente, originario della provincia di Savona, e vicinanza a tutte le Forze dell'Ordine, impegnate quotidianamente a servire il proprio Paese", ha dichiarato nei giorni scorsi Ilaria Capriogilo, Sindaco di Savona.

"A nome dell'Amministrazione Comunale e della Città di Alassio, esprimo cordoglio per la scomparsa di Diego Turra, originario del nostro territorio - dichiara Enzo Canepa, Sindaco di Alassio, in una lettera inviata al Reparto Mobile di Genova - La morte di un onesto servitore dello Stato, che ha perso la vita mentre indossava la divisa, è per noi motivo di grande tristezza. Siamo vicini ai familiari e ai colleghi di Turra, infinitamente grati per il suo e il Vostro l'instancabile operato e per lo spirito di servizio che le Forze dell'Ordine, ogni giorno, dedicano alla Patria".