Piero Della Valle

Albenga da l'ultimo saluto a Piero Della Valle

Un albenganese innamorato della sua città e con la passione per lo sport, che adorava la compagna e si dedicava con cuore e anima ai giovani, cui dava anche ripetizioni di matematica.

Albenga dà l’ultimo saluto a Piero Della Valle, storico simbolo del tennis ingauno.

Un albenganese innamorato della sua città e con la passione per lo sport, che adorava la compagna e si dedicava con cuore e anima ai giovani, cui dava anche ripetizioni di matematica. Si potrebbe riassumere così la vita di Piero Della Valle, mancato per un malore improvviso all’età di 79 anni. L’uomo, la cui salute è stata minata dalla scomparsa dell’adorato fratello Emilio, avvenuta qualche mese fa, si è spento domenica, nella sua abitazione, a Vadino, che definiva “il posto più bello in assoluto”. Se n’è andato sulla sua poltrona preferita, piazzata sul terrazzo di casa con vista isola Gallinara, lasciando un grande vuoto nella ‘sua’ Albenga.

Tanti i messaggi di cordoglio nei confronti di Della Valle, provenienti da amici e conoscenti e in particolare dai tanti appassionati di tennis che non hanno mai dimenticato uno degli storici fondatori del Tennis Club di via Isonzo, che ha visto la luce nel lontano 1978:

"Uno che credeva fortemente nel tennis, uno che mi ha fatto amare questo sport nel profondo, fin da quando avevo 5 anni, uno che si incazzava se perdevo una partita in modo stupido, ma che poi, insomma, tutto tornava come prima. E non parlo solo di me, sono tante le persone che hanno un ricordo speciale di lui. Piero, ti promettiamo che continueremo a batterci finché il tennis storico di via Isonzo non sarà di nuovo agibile. Nel frattempo ci mancherei, e anche tanto."

"Noi tenniste con le "gambe gialle" non ti dimenticheremo mai!"

"Tra i ricordi del tennis di Albenga sei sicuramente tra i più belli....Compagno di un sacco di doppi misti! Ciao Piero"

"Ciao Piero, di te ho solo grandi bei ricordi al tennis di Via Isonzo. Soci fondatori tu e il mio papà, io giovane ragazzina ma con tanta passione per questo gioco meraviglioso!"

"Quanto mi hai fatto sudare caro Piero, sui campi da tennis e sui libri a studiare matematica. Che bei ricordi, sarai sempre nel mio cuore. ♡"

"Ciao, Piero, vai nella luce...Impossibile averti conosciuto e non averti stimato...Ricordo quando tu arrivavi alla sera stanco morto per non aver mai negato due colpi al tennis a chi voleva giocare con te"

"Ciao Piero! Sei stato un amico, un fratello, uno zio oltre che un coach per tanti grandi e piccini!! Avevo 12 anni quando abbiamo fondato il TC Albenga... e, addirittura ci eravamo scelti i numeri di tessera!! Tutti facevamo qualcosa per il sorgere e crescere di questa club che per me e per tanti altri è stato a lungo una seconda casa! Un abbraccio pieno di affetto.. ed un ricordo indelebile.."

Piero lavorava in campagna, da lui definita come “un luogo a due passi dal cielo”, ma la passione per il tennis era così forte da tenerlo ore e ore sui campi ad ammirare le partite e a dare consigli ai giovani alle prime armi. Proprio le persone a lui più vicine stanno pensando di rendergli omaggio organizzando un memorial di tennis, con la speranza che possa svolgersi sui campi di via Isonzo, ormai dimessi da anni.

Molti ricordano Della Valle anche nelle vesti di professore di ripetizioni di matematica. Aiutava i ragazzi, accolti in uno studio ‘disordinato’ in cui campeggiava l’immagine di un asinello, regalatagli proprio dagli studenti, che soprannominava con affetto ‘ase’ (asino in dialetto ligure).

I funerali sono stati celebrati questo pomeriggio, alle 15,30, nella chiesa parrocchiale di San Bernardino, a Vadino.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.