Albenga, CONTRASTO AL CONSUMO DI STUPEFACENTI E CONTROLLO DEL TERRITORIO

STABILI DISMESSI, AREE DEMANIALI E CENTRO STORICO AL SETACCIO DEI CANI ANTIDROGA. RAFFICA DI ARRESTI, DENUNCE E FERMI.

Albenga, CONTRASTO AL CONSUMO DI STUPEFACENTI E CONTROLLO DEL TERRITORIO: video #1 To see this video you need Javascript to be enabled. Click the image to open the video's page.

Nelle ultime 48 ore numerose pattuglie di Carabinieri della Compagnia albenganese, supportate da unità cinofile antidroga, il labrador “Joy” ed il pastore tedesco “Connie”, nonché con il sorvolo dell’intero dispositivo effettuato da “Fiamma”, l’elicottero in forza al 15° Nucleo Elicotteri Carabinieri, hanno effettuato un servizio coordinato per il controllo straordinario del territorio finalizzato al contrasto degli stupefacenti, dei reati contro il patrimonio e del degrado urbano.

Il bilancio del servizio:

  • 3 cittadini di nazionalitĂ  albanese sono stati arrestati in flagranza di reato perchĂ© in concorso tra loro sono stati colti mentre rubavano alcuni termosifoni installati all’interno di appartamenti dei palazzi in costruzione in via Carlo Forte, destinati ad uffici comunali e abitazioni popolari. Nella loro macchina, poi sequestrata, sono stati rinvenuti 8 termosifoni di proprietĂ  del Comune di Albenga. Gli stranieri avrebbero forato una grata in ferro per guadagnare l’accesso e compiere il furto.

  • 3 cittadini stranieri di etnia slava sono stati denunciati all’AutoritĂ  Giudiziaria per il reato di “invasione di terreni ed edifici” a seguito successivo ed ulteriore controllo dei palazzi dismessi di via Carlo Forte, di proprietĂ  del Comune di Albenga. All’interno segni di bivacco e numerose siringhe.

  • 3 persone (2 di nazionalitĂ  marocchina e 1 donna italiana) deferiti all’AutoritĂ  Giudiziaria per il reato di “invasione di terreni ed edifici” durante due ispezioni consecutive effettuate all’interno dell’ex stabilimento balneare militare di via Michelangelo, ad Albenga. Uno dei due marocchini, irregolare sul territorio nazionale e con un’espulsione in pendenza è stato accompagnato in Questura per gli adempimenti di competenza. Segnalato al Comune ingauno anche un allaccio abusivo di acqua corrente constatato dai Carabinieri durante il controllo di questo ex sito demaniale ormai in stato di abbandono, adesso in gestione all’Amministrazione Comunale.

  • 1 cittadino albanese è stato denunciato per “Porto abusivo d’arma od oggetto atto ad offendere” perchĂ© a bordo della propria autovettura, perquisita dai militari, è stato trovato in possesso di un coltello a scatto per il quale ne è vietato il porto. Sequestrata l’arma bianca.

  • 1 cittadino marocchino è stato deferito all’AutoritĂ  Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio, perchĂ© dapprima individuato durante un sorvolo di “Fiamma” sul letto del fiume Centa e poi fermato dai Carabinieri in un vicolo del centro storico. Il nordafricano è stato trovato in possesso di circa 2 grammi di cocaina e di quasi 200 euro in contanti ritenuto provento di spaccio. Narcotico e denaro sequestrato.

  • Le unitĂ  cinofile antidroga Joy e Connie, alternandosi in turni, hanno “bonificato” molte zone del centro storico, del lungocenta, piazza XX settembre e piazza Berlinguer. Dissotterrati alcuni pezzi di hashish del peso di 10-12 grammi fiutati dai cani durante le operazioni. Merce che evidentemente non arriverĂ  piĂą a destinazione.

  • Nel corso di un controllo di un bivacco in piazza XX settembre, un campano, pregiudicato per reati di spaccio di stupefacenti, è stato identificato e denunciato per la violazione del divieto di dimora nel comune di Albenga, impostogli dall’AutoritĂ  Giudiziaria. Sempre nel gruppo di persone controllate, tutte con problemi di giustizia alle spalle, è stato segnalato alla Questura un cittadino di Villanova d’Albenga giĂ  avvisato orale di pubblica sicurezza colto in compagnia di pregiudicati, in violazione della misura di prevenzione cui risulta sottoposto. Il giovane è stato contestualmente contravvenzionato per ubriachezza.

  • I controlli stradali effettuati di notte dal Nucleo Radiomobile dei Carabinieri sulla via Aurelia, hanno consentito poi di denunciare 2 persone, che, fermate alla guida delle rispettive autovetture sono risultate positive all’etilometro e pertanto denunciate in stato di libertĂ  per guida in stato di ebbrezza alcolica con contestuale ritiro della patente per entrambe. Si tratta di un cittadino lombardo residente a Pietra Ligure ed un piemontese residente a Finale Ligure. In particolare quest’ultimo, segnalato al 112 da diversi utenti della strada, veniva fermato dopo un inseguimento che impegnava due pattuglie dell’Arma, ingaggiando il veicolo sospetto a Ceriale per poi bloccarlo a Loano, dopo aver percorso contromano e zigzagando la strada Aurelia. Nel suo sangue riscontrato un tasso alcolemico di ben 2.34 g/l.

L'intera attivitĂ  del controllo coordinato dei Carabinieri della Compagnia di Albenga ha permesso di eseguire: 3 in flagranza di reato, 11 denunce in stato di libertĂ , 2 patenti ritirate, 1 autovettura sequestrata.

c.s.