Albenga: cercasi riduttori disperatamente

Una battaglia condotta soprattutto da chi desidera fare “sonni tranquilli”.

ALBENGA. Mariella Arcarise, dopo aver atteso invano risposte dall’amministrazione comunale, è in prima fila per una petizione per l’installazione urgente, in via Dei Mille, dei riduttori di velocità o dossi come amano definirli gli automobilisti.

Lo scopo della cittadina ingauna, che risiede nel Palazzo Alto (e che ha trovato già altri sostenitori) è quello di poter dormire sonni tranquilli nel periodo estivo, ma anche in quello primaverile. Ma, ancora prima, il prevenire incidenti che purtroppo in via Dei Mille, all’angolo con via Patrioti ad esempio, si ripetono con una certa frequenza: "Dal mio terrazzo ancora l’altra sera - ha affermato Mariella - ho visto dei ragazzi, a bordo di un auto all’interno della quale la musica era a stecca, procedere ad alta velocità. Era mezzanotte e per strada, fortunatamente, non c’era nessuno. Tutto questo non sarebbe successo se ci fossero i riduttori di velocità. Via dei Mille, soprattutto a luglio ed agosto, sembra un circuito di Formula 1, per non parlare poi delle moto".

Il Comune, interpellato qualche mese fa sull’argomento, aveva garantito, per bocca del vice sindaco Tomatis, l’installazione di questi dossi, ma il capitolo spese sembra, almeno per il momento, bloccare questa ed altri lavori: "Non credo - aggiunge Mariella - che occorrano milioni di euro per installare un paio di dossi. Credo che prima dei soldi ci sia la sicurezza di tante persone, comprese quelle che sfrecciano ad alta velocità nel cuore della notte”.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.