Alassio, scoperta rete di spaccio di cocaina nel ponente ligure: due commessi arrestati dai Carabinieri

Sequestrati stupefacenti, contante e autovettura di grossa cilindrata.

Due, gli insospettabili commessi di una macelleria in un supermercato di Laigueglia, a capo di una rete di spaccio della droga. L’hanno smantellata i Carabinieri nel corso dell’operazione "Tender Meat" portata a termine dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Albenga.

Ingenti, dicono gli investigatori, i guadagni dei "due soci in affari" finiti in manette, meticolosamente documentati dai militari dell’Arma per un giro stimato intorno ai 50.000 euro settimanali, grazie al traffico di cocaina nel savonese e nell’imperiese.

L'indagine, sviluppatasi attraverso l'individuazione di alcuni acquirenti e spacciatori al dettaglio, ha permesso di risalire successivamente ai fornitori - E.D. 28enne albanese macellaio residente ad Alassio, e D.N.V.M. 25enne commessa laiguegliese - ed al loro covo, un garage di Laigueglia. Si è scoperto poi che entrambe erano dipendenti di un noto supermercato di Laigueglia, e che utilizzando un linguaggio in codice con rifierimento ai pezzi di carne, indicavano i tagli delle cessioni di droga.

La mappatura dei traffici illeciti annovera a sè la zona di Andora, Laigueglia, la piana albenganese, Loano e Finale Ligure.

Sequestrati quasi 4 etti di cocaina, 1 etto di marijuana, 10.000 euro ritenuti provento illecito dell’attività di spaccio ed una BMW di grossa cilindrata.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.