Divieto cani

Ad Alassio niente cani in chiesa ed insorge la protesta

“Qui non posso entrare” e Fido deve rimanere fuori dalla chiesa, almeno quella di Sant’Anna ad Alassio.

“Qui non posso entrare” e Fido deve rimanere fuori dalla chiesa, almeno quella di Sant’Anna ad Alassio.

La segnalazione quella di una cittadina di Alassio che recandosi nella chiesa in occasione di una funzione ha visto il parroco allontanare due fedeli con il loro cane.

Afferma la signora “ Sono una persona indignata! Passando per le vie di Alassio, dove vivo da quasi 20 anni, mi ritrovo ad entrare per un saluto a Gesu' e alla Madonna, nella chiesa di S.Anna. Lì stava celebrando la messa un parroco, don Jill di origini francesi, ad un certo punto ho assistito alla scena che mi ha lasciata senza parole. Il parroco ha cacciato dalla chiesa due persone proprio davanti a me non più giovanissime, solo perché accompagnati da un bellissimo cane, un golden credo o labrador.”

Continua la donna amareggiata “Il cane non stava dando alcun fastidio, credo che sia un atteggiamento negativo quello tenuto dal parroco. Dio ha creato anche gli animali, non dovrebbero essere cacciati dalla chiesa e non dovrebbero essere cacciati in questo modo i fedeli accompagnati dagli animali”.

Salve naturalmente le regole di educazione e rispetto altrui, la nostra lettrice si chiede se sia giusto un atteggiamento di questo tipo.

A rispondere direttamente il parroco che dopo aver confermato l’episodio, ha anche ricordato che, ad ogni modo la chiesa e, specialmente il momento della funzione è un posto di raccoglimento in preghiera.

Diversi gli episodi che hanno portato, in base alla testimonianza del parroco, al divieto di introdurre cani in chiesa e, se, per una visita alla chiesa i cani possono ben accedere, non altrettanto durante lo svolgimento della funzione.

Di pochi giorni prima, infatti una zuffa proprio fra due cani all’interno della chiesa e da qui la decisione di porre il divieto come di riprendere i fedeli che durante le funzioni religiose portano cibo in chiesa o tengono il cellulare con la suoneria accesa.