75enne condannato per abuso sessuale su minore

Gli episodi quando la bimba aveva 5 anni

E' stato condannato ad otto anni e mezzo, il settantacinquenne accusato di violenza sessuale aggravata, nei confronti di una bimba di sette anni.

La piccola che gli veniva affidata dai genitori, pur non avendo rapporti di parentela, ma di vicinato, come accertato dai carabinieri, si fidava di lui: l’anziano le faceva così credere che quello che succedeva tra loro era un “gioco” e che non c’era niente di male. Gli abusi, di cui nessuno si era accorto, fino a quando l'uomo facendo delle avances alla sorellina della bambina ha fatto insospettire i genitori, che hanno informato i militari per le indagini e la raccolta delle prove ritenute inequivocabili, dai giudici del Tribunale di Savona, dove si è celebrato il processo che ne ha sentenziato stamane, erano cominciati quando la piccola aveva 5 anni.

L'anziano pedofilo, residente ad Alassio, oltre a baci e carezze, l’avrebbe anche costretta a masturbarlo.

Era così scattata a suo carico l’ordinanza di custodia cautelare (per una decina di giorni l’uomo era rimasto detenuto in carcere). Ora però il reo dovrà anche versare una provvisionale da 110 mila euro a favore della parte civile, come anticipo sul risarcimento danni che sarà poi quantificato in sede civile.