Fermata la banda dei 5 della spiaggia

Perlustravano il litorale alassino, selezionando le possibili vittime, fra le persone sole, perlopiù rimaste a guardia degli oggetti di parenti o amici, intenti a fare il bagno. Quindi passavano all'azione, aggrededendo la viittima prescelta fino a minacciarla di morte, qualora si fosse opposta alla rapina.

Questo il modus operandi di un gruppo di 5 ragazzi, tutti fra i 18 e i 22 anni, di nazionalità marocchina che, in pochi gioni ha messo a segno diversi colpi sulla frequentatissima spiaggia della Città del Muretto.

L'ultima caso quello di un giovane sedicenne che, sentendosi osservato, ha cercato di mettere al sicuro il cellulare e il portafoglio. Un gesto che ha fatto scattare l'assalto del branco che lo ha immediatamente circondato per derubarlo. Neppure l'aiuto dell'amico coetaneo è riuscito a contrastare il gruppo di malviventi che, dopo aver sottratto il denaro ai giovan,si è dato alla fuga.

I due ragazzi derubati hanno però tentato l'inseguimento degli aggressori, segnalando l'accaduto al 113. Il pronto intervento degli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Alassio, dopo un'irruenta collutazione con la banda di criminali, che ha provocato il ferimento di un agente a cui sono stati prescritti 10 giorni di prognosi, è così riuscito a porre fine ad un fenomeno sempre più inquietante.

I 5 arrestati, già noti alle forze dell'ordine per episodi criminosi, saranno processati per direttissima, con l'accusa di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

Alassio 26 Luglio 2016

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.