Oroville, si cerca di colmare la crepa e abbassare il livello dell'acqua

Lotta contro il tempo per frenare il crollo della diga. Mentre 200 mila persone sono state evacuate, prima dell'arrivo di una nuova tempesta, con precipitazioni che potrebbero far collassare il muro d’acqua.

Alcuni elicotteri stanno lanciando enormi sacchi di pietre nella crepa che si è formata sul bordo della valvola d’emergenza nella diga di Oroville, in California. La lesione dello sfioratore, la valvola di emergenza che permette il deflusso delle acque in eccesso, fa temere anche l’eventuale collasso di una parte della struttura.

Migliaia di persone si sono riversate lungo le principali arterie stradali causando ingorghi e traffico in tilt per ore. Intanto, 23 mila tra soldati e avieri sono stati mobilitati in tutta la California.

"Stiamo facendo il possibile per sistemare la diga in modo che la gente possa tornare nelle proprie case senza paura. Ma è molto difficile", ha detto il governatore della California Jerry Brown. Le autorità hanno rassicurato i cittadini di aver scongiurato il pericolo immediato di un guasto catastrofico che avrebbe potuto far crollare un muro d’acqua da tre piani di altezza sulle città sottostanti. Nelle ultime ore la situazione è stata tamponata, ma l’obiettivo è quello di abbassare il livello complessivo dell’acqua prima delle piogge dei prossimi giorni e del deflusso delle nevi sciolte in primavera. Un’altra tempesta è prevista tra mercoledì e giovedì.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.