Nizza: Il terrorismo uccide sul lungomare della festa.

Attacco mortale in Francia, sulla Promenade des Anglais di Nizza, in festa nella notte del 14 luglio.

Un autoarticolato frigorifero bianco di 18 tonnellate è piombato sulla folla inerme alle 22,30, in attesa dei fuochi d'artificio, tradendo la “fiducia” che aveva riconquistato l'Europa, colpita nuovamente al cuore con decine di vittime e feriti, di cui 16 in gravissime condizioni.

Un bilancio pesantissimo di oltre 80 persone travolte e uccise, anche da armi da fuoco, dall'autista del camion in questa lunga scia di sangue che prosegue nell'epoca del terrore che avvilisce il mondo, attaccando la sua normalità quotidianità.

La strage, compiuta nel panico generale di migliaia di persone in attesa dei fuochi d'artificio cercando riparo anche in mare, ha costretto l'intervento di elicotteri per i soccorsi e la reazione delle forze dell'ordine, che sono riuscite ad uccidere il camionista attentatore e fermare l'atroce follia, iniziata con una serie di investimenti mortali e proseguito con una sparatoria. Si cercano possibili complici del 31enne nizzardo di origine tunisina autore della strage.

Anche l'Italia, vicina nel cordoglio per il gravissimo attentato terroristico che ha colpito la vicinissima Francia, ha aumentato i livelli di attenzione in tutti i punti più sensibili, attivando presso l'Unità di crisi il numero 0636225, cui far riferimento per informazioni e ricerche di persone in Nizza.