Terremoto nel centro Italia, già in grave emergenza.

La terra torna a tremare nel centro Italia, già in grave emergenza per le condizioni meteo e la neve, caduta copiosa.

Quest'ultima sequenza sismica, avvertita distintamente anche a Roma, Firenze e in Romagna, ha messo in ginocchio ulteriormente Marche e Abruzzo, già devastate dai gravi terremoti di agosto e ottobre scorsi. Nuovi crolli hanno cancellato un'altra parte del cuore dell'Italia.

Si scava a mani nude nella gelida coltre bianca, che sta mettendo in serie difficoltà gli allevatori, con animali ridotti allo stremo per il freddo intenso.

Interi centri restano ancora isolati e senza energia elettrica. Sul posto anche l'esercito, ma i sismologi prevedono nuove scosse.

Sono in corso le ricerche per trarre in salvo gli ospiti dell'hotel Rigopiano a Farindola, in provincia di Pescra, travolto ieri da una slavina che ha sepolto sotto macerie e neve una trentina di persone, intreppolate ormai da circa 24 ore.

Difficile anche raggiungere i luoghi più colpiti per l'interruzione delle strade e di molti accessi, intredetti ai mezzi e percorribili solo con gli sci.

Grazia Noseda