Giornata mondiale dell'autismo, statue e palazzi in Italia e nel mondo si colorano di blu

Stanziati nuovi fondi mentre la ricerca continua

I più importanti monumenti, statue e palazzi in Italia e nel mondo si colorano di blu per la Giornata Mondiale dell'Autismo. Così sono apparsi, fino all'alba del 2 aprile, per la nona Giornata della consapevolezza dell'autismo,patologia che è cresciuta di 10 volte negli ultimi 40 anni e che colpisce nel mondo almeno un bambino su 160, solo in Italia, circa 500 mila persone.

Da Palazzo Chigi, sede del Parlamento italiano, alla Mole Antonelliana, al Colosseo, dall’Empire State Building al Cristo Redentore di Rio de Janeiro tutti in blu per sostenere la ricerca sull’autismo e la camoagna di sensibilizzazione per una patologia ancora poco conosciuta, a sostegno dei malati e delle loro famiglie.

Beatrice Lorenzin ha reso noto l’inserimento ufficiale dell’autismo nei Lea, ovvero i Livelli Essenziali di Assistenza, con un finanziamento pari a 50 milioni di euro.

Al vaglio in Senato un’altra importa proposta di legge che potrebbe andare ad aiutare le numerose persone che in Italia soffrono di disabilità gravi e non possono più contare sull’aiuto della famiglia. La legge “Dopo di noi” prevede la costituzione di un fondo presso il ministero del Lavoro di 90 milioni di euro per il 2016 destinato alla copertura finanziaria di interventi legislativi per la tutela e l’assistenza dei disabili gravi.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.