Due donne uccise a Ortona: confessa il marito di una delle vittime

Femminicidio. Una giornata di “ordinaria follia”

Chieti 13 aprile 2017

Duplice omicidio oggi pomeriggio a Ortona (Chieti). Fermato un uomo, Francesco Marfisi 60enne dopo una breve collutazione con i carabinieri mentre si recava in casa di un'amica della moglie. L'uoma aveva ucciso da poco a coltellate la propria moglie Letizia Primiterra, 47 anni e una sua amica, Laura Pezzella, 33.
Secondo una prima ricostruzione, la moglie Letizia è stata uccisa in via Zara, dove la donna si trovava in casa di un’amica che la stava ospitando in attesa della separazione; il secondo omicidio in contrada Tamarete, dove è stata uccisa Laura Pezzella.

Alcuni testimoni raccontano di esecuzioni feroci con coltelli da cucina rinventuti nell'auto dell'uomo reo confesso. La pista più accreditata sembrerebbe al momento in movente passionale. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l’uomo si è recato nelle prime ore del pomeriggio in via Zara chiedendo alla moglie di volerle parlare. Ma, appena scesa nell’androne del palazzo, la donna è stata pugnalata con un coltello.Francesco Marfisi successivamente si è recato in contrada Tamarete presso l’abitazione della Pezzella, accoltellandola in quanto la ritiene resposabile della fine della relazione con la moglie.

Sul posti i militi dell'Arma di Chieti, il colonnello Luciano Calabrò e il magistrato di turno, il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Giancarlo Ciani.