LUISA VINCINI E L’ARTE CHE SI RACCONTA

Al museo Sommariva con acquarello, l’olio su tela, manipolazione dell’argilla ed alla decorazione della ceramica con varie tecniche della Vincini

Per tutti gli appassionati di cultura ed arte merita una visita la personale di Luisa Vincini che si potrà ammirare al Museo Sommariva di Albenga fino al 28 aprile. I visitatori saranno sicuramente colpiti dalle opere dell’artista albenganese che qui espone i suoi disegni con acquarello ed in olio su tela, insieme alle sue opere in ceramica. L’artista, ora ingauna ma nativa di Vernasca ha raccolto recentemente molti consensi da critici di spessore proprio per la bellezza delle sue opere: "Devo ammettere -afferma la Vincini- che mi sono affacciata da poco al mondo artistico sorretta comunque da una predisposizione innata ed una costante ricerca delle tecniche espressive".

Nel suo percorso la Vincini si è misurata con diverse esperienze: "Non ho voluto fermarmi al disegno -prosegue - ma ho voluto approfondire con l’acquarello e l’olio su tela prima di dedicarmi alla manipolazione dell’argilla ed alla decorazione della ceramica con varie tecniche".

Un campo davvero vasto a dimostrazione della creatività di questa artista che con le sue opere propone temi semplici cercando di trasmettere positività a tutti i suoi estimatori.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.