Niente numero unico il Tar dà ragione ai taxisti della coop “Baia del Sole”

Il ricorso erra stato presentato contro le delibere comunali di Alassio e Laigueglia

Quattro tassisti Riccardo Raimondo, Giuseppe Mazzara, Elia Antonio Maria Serenci ed Eugenio Rabolli, soci della Cooperativa Radiotaxi Baia del Sole, difesi dagli avvocati genovesi Luigi Piscitelli e Alessandro Bartoli hanno vinto contro i Comuni di Alassio e Laigueglia dopo aver presentato il ricorso al Tar della Liguria.

Il braccio di ferro era nato dopo che la cooperativa si ritenne lesa per le delibere comunali di Alassio e Laigueglia con cui sono stati modificati i regolamenti riguardanti il servizio reso alla collettività dal servizio taxi-auto pubbliche. E’ stata dichiarata l’illegittimità delle delibere che impongono un solo numero telefonico e le disposizioni che impediscono la pubblicità di numeri alternativi. Iniziativa questa voluta per uniformare il servizio di trasporto pubblico tra i gestori in attività nel comprensorio.

L’altro motivo bocciato dal Tar è che la giunta comunale di Alassio ha «illegittimamente modificato il regolamento, pratica che è di competenza esclusiva del consiglio comunale». Inoltre i giudici hanno bocciato la tesi con cui si è tentato di affermare che non si possa esercitare il servizio di auto pubbliche per il tramite delle associazioni consortili.

Ma è stato chiarito che la forma associativa è tutelata costituzionalmente ed è espressamente prevista dalla legge 21 del 1992 che regola l’attività della categoria. E’ stato anche spiegato che nella materia delle autopubbliche è perfettamente lecito operare tramite la forma della cooperativa. Di conseguenza sono state dichiarate illegittime anche le norme comunali limitative degli orari di turnazione tra i soci.

Il Tar ha accolto i ricorsi ed ha condannato i Comuni Alassio e Laigueglia (che non si era costituita), al pagamento delle residue spese di lite sostenute dai ricorrenti con 3 mila euro.

La Stampa

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.